martedì 18 novembre 2014

Quando il cibo di strada diventa gourmet

L'alta cucina scende in piazza e lo fa con tutti i crismi. La scena è la seguente: uno chef pluristellato che serve piatti sopraffini in un chiosco pubblico. Succede veramente a Parigi ed è l'ultima moda culinaria: vendere bignè dolci e salati a costi democratici. 
"Mieux manger, mieux vivre", mangiare meglio e vivere meglio si legge scritto sopra il furgone-bistrot di un grande dei fornelli, Marc Veyrat, il quale propone a soli 13 euro un menu da "pancia mia fatti capanna!"(uova, insalata, brasato di manzo con verdure e tiramisù). 
Anche noi italiani non siamo da meno e fino ad ora il più conosciuto è l'Uliassi Street Food, ristorante-camper che gira per tutto lo stivale. Il proprietario è lo chef due stelle Michel Mauro Uliassi.




Il cibo di strada è un modo autentico di comunicare attraverso sapori, colori e odori e soprattutto è pratico e divertente. 

"Il cibo di strada è la storia di un Paese".
(Gualtiero Marchesi)

Si mangia in strada per non perdere tempo, per risparmiare o semplicemente per gola. 
Non più il banale bar su quattro ruote ma, piccoli e simpatici ristorantini on the road che si focalizzano più sulla qualità, sorprendendo con un ricercato design. 



Tra le soluzioni più gettonate, c'è il ritorno dell'Ape Piaggio riproposta sotto varie forme: c'è chi l'ha trasformata in salumeria, chi in pizzeria con tanto di forno incorporato. Un giapponese l'ha trasformata in un sushi-bar mentre un napoletano l'ha trasformata in un vero localino all'area aperta, dove si possono gustare cocktail mentre si ammira il panorama.  
Il momento più caotico della giornata? La pausa pranzo, quando,questi mezzi di trasporto si fermato sotto gli uffici e propongono specialità genuine, dalla pasta espressa alle bistecche alla griglia e pesce, dalle insalate alle zuppe.

Churros (Spagna)


Piadina (Emilia Romagna)

Lo street food è una moda che interessa sempre più persone, infatti secondo la FAO sono 2,5 miliardi a mangiare ogni giorno queste leccornie. E' in Italia dove la cucina di strada sta riscuotendo un vero successo: i sostenitori sono milioni, si scambiano informazioni e consigli su blog e social network, organizzano festival e appuntamenti ghiotti. 

Jalebis (India)

Per chi volesse documentarsi non mancano le guide per conoscere e approfondire questo mondo: da Street food heroes. Guida al miglior cibo di strada italiano di Gribaudo fino a Street Food (Lonely Planet) che con gli occhi vi fa percorrere le strade alla ricerca della specialità gastronomica di ogni Paese perché non sottovalutiamo quello che affermava Feuerbach: "noi siamo quello che mangiamo". 





La Pinta*







Immagini prese da: 

www.pinterest.com
www.google,it

3 commenti:

Claudia ha detto...

Brava Giulia! sai sempre scovare delle notizie interessanti da condividere con noi!

Nico lowbudget-lowcost ha detto...

A vedere tutte queste delizie mi è venuta una fame!!

New Sunday post on lb-lc fashion blog
GIVEAWAY (win a CAPE)HERE

La Pinta ha detto...

@Claudia: grazie mille tesoro!! E' sempre un piacere leggere i tuoi commenti ^_^
@Nico: Ciao!! Piacere di conoscerti e di essere passato da me! Ora vado a curiosare il tuo blog ;)