lunedì 14 novembre 2011

Un MENU di MODA















Vi siete mai chiesti se è possibile creare abiti o accessori con il cibo? E soprattutto che attinenza c'è tra questi due mondi? 

Secondo Joanne Finkelstein, docente di Scienze Sociali all'Università di Greenwich, il cibo è stato contaminato dalla moda da quando, nel 1600, aprirono i primi ristoranti in Europa. 



In " Chic cuisine - l'impatto del fashion sul cibo" afferma: "Il cibo è diventato una fonte di intrattenimento". E' della stessa idea Fulvio Bonavia, tra i più apprezzati fotografi italiani all'estero. Nel libro "Una questione di gusto", (edito da deAgostini, 96 pagine, 49 euro) Bonavia elogia il legame tra cibo e moda. Pendenti di mirtilli, ballerine di melanzane, cappelli con foglie di carciofi. 



Rapito dalla moda commestibile, Bonavia non si è fermato agli
accessori ma è passato con coraggio agli abiti da collezione. E non s è fermato qui servendo un capo Alexander McQueen in lattuga, mentre ha ricoperto di noci un vestito Louis Vuitton. GNAM!


























Cosa ne pensate? :D 

La Pinta*

4 commenti:

Pudding Zilvy~♥ ha detto...

Grazie per il commento, le immaginette non le prendo da nessuna parte, le faccio io con la tavola grafica :)

La Pinta ha detto...

O.o cooosaaa? Ma sei bravissaaaa!!! :D Ma dimmi dimmi dove si compra questa tavola grafica?E' difficile da utilizzare?

George ha detto...

Penso che sia vero e le foto sono mooolto divertenti. Ciao.

CherryJPriano ha detto...

eccomi...ora ti seguo! :) spero ricambierai :)