sabato 15 dicembre 2012

Leggere con Naomi

Finalmente questa settimana ho terminato il romanzo di una persona che reputo molto interessante. E' una donna, un'amante della moda, una sognatrice. Lei si chiama Naomi Tolentinati e da poco tempo è uscito il suo primo libro: naomit72@. Anzi più che un classico libro, il suo lavoro lo definirei come uno scrigno di pensieri e tesori che mi hanno fatto riflettere molto. Sono dell'idea che il suo lavoro è il frutto di un'indagine sociologica e antropologica di estremo interesse e che ci può fare capire diverse cose sia su noi stessi che, soprattutto, sugli altri. 
Naomi non parla solo della gente ma di se stessa in relazioni a tanti aspetti:  alla vita sentimentale, sociale, professionale, di mamma, di figlia, di donna matura. 
Lei non segue nessun preciso iter nel sviluppare il suo diario, scrive e basta. Cerca di raccontare il più possibile le sue esperienze, i suoi sogni, le sue titubanze. Sono dell'idea che naomit72@ vada letto perché troveremo un po' di noi stesse. Ho imparato diverse cose, soprattutto riguardo il costume inteso come modo di vivere e di comunicare. Sono vincenti le citazioni di famosi stilisti o filosofi incorniciate come se fossero scritte su dei post-it. Vestirsi non è solo coprire il proprio corpo ma è comunicare un preciso messaggio e, spesso, vogliamo strafare o semplicemente ci ostiniamo a seguire le mode, con il risultato di essere fraintese.
Bisogna conoscere se stessi per capire che cosa si vuole e quali sono i bisogni reali. 
Un argomento che mi ha colpito parecchio è quello intitolato "La piuma" in cui Naomi spiega il perché ci buttiamo giù per ogni cosa che accade, perché non riusciamo ad essere più elastici e ce la prendiamo per qualsiasi problema che si materializza davanti a noi. Bisogna acquistare una certa leggerezza per affrontare qualsiasi questione, dalla più sciocca alla più seria; non possiamo dannarci l'anima per qualcosa che non dipende da noi o peggio ancora non è affar nostro. Al contrario non bisogna diventare frivoli, superficiali ma, acquisire un po' d'ironia e di menefreghismo non guasterebbe per vivere meglio, anche perché, niente è per sempre
Naomi ha proprio colto nel segno fin dalla prima pagina quando ha inserito la citazione : 

"Ogni lettore, quando legge, legge se stesso. L'opera dello scrittore è soltanto una specie di strumento ottico che egli offre al lettore per permettergli di discernere quello che, senza libro, non avrebbe forse visto in se stesso"
                                                      PROUST


   Clicca qui per vedere il blog di Naomi.


La Pinta*

8 commenti:

ShiningLittle Star ha detto...

Mi piacerebbe molto leggerlo,mi sembra interessante! Io poi divoro i libri... =D

Maryfashion ha detto...

come sempre un post super interessante!! Grazie per averci fatto conoscere questo bel libro ;)
Passa da me ..nuovo post
baci e buon week end
The window of Maryfashion

Marcella Camilla ha detto...

Molto interessante questo post!!
Ti seguiamo volentieri anche noi su fb!!

XOXO

Marci&Cami

www.paillettesandchampagne.com

VUOI VEDERE PAILLETTES&CHAMPAGNE NELLA IT.FAMILY DI GRAZIA?'!
VOTACI TUTTI I GIORNI QUI http://blogger.grazia.it/blogger?id=305
BASTA CLICCARE SUL CUORE
GRAZIE!!!!!!!

Ely ha detto...


Sotto ho fatto copia e incolla delle parole che mi hanno colpita e fatto riflettere.... è proprio cosi, ma a volte purtoppo ce ne dimentichiamo!!




Bisogna acquistare una certa leggerezza per affrontare qualsiasi questione, dalla più sciocca alla più seria; non possiamo dannarci l'anima per qualcosa che non dipende da noi o peggio ancora non è affar nostro. Al contrario non bisogna diventare frivoli, superficiali ma, acquisire un po' d'ironia e di menefreghismo non guasterebbe per vivere meglio, anche perché, niente è per sempre.

perfidia ha detto...

Interessante questo libro,mi piacerebbe molto leggerlo!! :D

Chiara Prandoni ha detto...

Se solo avessi tempo per legere!!!

www.butmoreimportantly.com

Penelope ha detto...

Wow, devo dire che mi hai reso curiosissima verso questo libro!
Bellissima la citazione di Proust ed è più che vera!! :)



Greta

NEW POST!

Follow me on IL FILO DI PENELOPE
Facebook

C. and S. ha detto...

Io adoro leggere e questo libro va dritto nella lista di quelli da comprare!
InCaseOfDoubtWearBlack
Facebook
BlogLovin