lunedì 30 dicembre 2013

Beauty Made in East

Conquistare il Far East con la cosmetica non è un’impresa difficile, soprattutto se nel farlo ci debbono pensare le multinazionali della bellezza che hanno iniziato ad analizzare i consumatori asiatici da vicino, inaugurando centri di analisi e sviluppo da Tokyo a Singapore. Perché se è reale che si tratta di mercati dinamici le cui vendite crescono a ritmo del 33 % annuo (dato record riferito al gruppo L’Oréal in Indonesia nel 2012), sarebbe un’assurdità pensare di poter vendere una crema autoabbronzante ad una cinese o un rossetto occidentale a una ragazza malese.




Ogni Paese ha la propria percezione della bellezza ideale, con molte differenze estetiche e culturali”, afferma Florence Bernardin, trend setter esperta dell'Asia che collabora per l’agenzia francese Information & Inspiration. Prendiamo come esempio l’India, dove c’è una tale ossessione per i cosmetici che schiariscono la pelle fin dal 1978, quando Unilever lanciò il prodotto Fair & Lovely, una delle creme sbiancanti più famose e che oggi vale 432 milioni di dollari, con una crescita annua del 18 % (dati ACNielsen) e una spesa che supera quella della Coca Cola.
Una vera e propria ossessione che la star di Bollywood Nandita Das sta provando ad ostacolare con una campagna mediatica per frenare gli abusi. “La pelle scura è bella, voglio che le persone si sentano a loro agio così come sono” sostiene l’attrice, che ha intimato i giornali dallo “sbiancamento” delle sue fotografie con photoshop.




In Malesia è la religione ad imporre quali cosmetici distribuire ed esporre sugli scaffali, proibendo alle donne islamiche l’uso di cosmetici formulati con alcol (è vietato anche il solo contatto), con sostanze di origini animali (guai se avesse a che fare con la carne di maiale) o esenti di certificazione halal del Malaysian Islamic Development Department.


Anche l’universo cosmetico maschile è in continua crescita ed è pieno di sorprese: basti pensare che i coreani utilizzano più trucchi di un’italiana media e gli indiani adorano i nostri profumi femminili all’essenza di gelsomino, pare che anche i cirillici hanno scoperto le nostre fragranze e sono già diventati assidui consumatori.








La Pinta*




Immagini da: 

www.rocketsing.com
www.donnavip.it 
www.coolage.in 

14 commenti:

Lisa C. ha detto...

Molto interessante questo post cara, non sapevo che in India fosse così diffuso l'uso della crema sbiancante!!

Martina Cancellotti ha detto...

Sai che non sapevo molte notizie e informazioni pubblicati su questo post? Davvero interessante!
marti
Glamour Marmalade

Anna Pernice ha detto...

Auguri di buon anno!
Travel and Fashion Tips

Dario Fattore ha detto...

fantastico trucco

dario fattore - www.whosdaf.com

Alessandra Heidelberg ha detto...

Ho scoperto molte cose che non sapevo, bello il trucco! Tanti Auguri di Buon Anno
Alessandra
www.alessandrastyle.com

lanciacoriandoli ha detto...

Interessante questo articolo, ti rendi conto che esistono tantissimi pensieri diversi...uao

Love&Studs

Carmelyta ha detto...

Quante cose si possono imparare dalle altre culture? Bellissimo post!!

CarmelytaWorld

Pagina di Facebook : Carmelyta'sWorld

Marie Zamboli ha detto...

Grazie delle notizie :)) alcune cose non le sapevo proprio <3
www.mariezamboli.com
www.mariezamboli.com

Rock n Mode ha detto...

La tendenza che hanno alcune riviste di sbiancare la pelle delle attrici in copertina è vergognosa, non ho davvero parole.

Cris tiane ha detto...

Post molto interessante,
non sapevo di tutto ciò.

Fabrizia ha detto...

Un post davvero interessante,buon anno!:)

Sara Tartaglia ha detto...

che belle queste immagini! un bacino buon anno!

Eleonora Pellegri ha detto...

Non sapevo nessuna di queste cose!
Post interessantissimo, brava <3

GomitoloBlu.com

Eleonora Pellegri ha detto...

Non sapevo nessuna di queste cose!
Post interessantissimo, brava <3

GomitoloBlu.com